Workshop “Conflitti e instabilità in Nord Africa e Sahel. Il rapporto tra crimine organizzato, terrorismo e sovranità”

Segnaliamo questo interessante workshop organizzato al Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova. Il Seminario si svolgerà mercoledì 12 Aprile 2017 16-18 (Aula 19). 

Qui trovate altre informazioni sull’evento.

Il workshop ha l’obiettivo di esaminare l’arco di instabilità che caratterizza la sponda meridionale del Mediteranno, con particolare riferimento alla Libia e al Sahel. L’obiettivo sarà quello di illustrare la recente evoluzione dei conflitti locali, il ruolo di organizzazioni criminali e terroristiche, e la complessa relazione tra gli stati dell’area ed i paesi europei in rapporto ai temi della sicurezza. Il workshop cerca di esaminare in modo approfondito tali argomenti grazie alla vasta conoscenza in materia degli autori, i quali da anni svolgono ricerca sul campo.

Nel workshop interverranno:

Luca Raineri Scuola Superiore Sant’Anna e Francesco Strazzari NUPI e Scuola Superiore Sant’Anna

Introduce il seminario Giampero Cama, DISPO, Università di Genova. Modera Fabrizio Coticchia DISPO, Università di Genova.

L’incontro si svolge all’interno del ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” che si pone lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di workshop e convegni con accademici, politici, giornalisti, esperti e practitioner del settore. Tali eventi, direttamente collegati al corso “Guerre, Conflitti e Costruzione della Pace”, sono aperti a tutti gli studenti.

Ci vediamo a Genova

Share Button

Parlare di pace e guerra in Italia (parte terza)

Prima di una breve pausa per le vacanze estive Venus voleva ricordarvi alcune novità per il prossimo anno.

Come abbiamo già scritto in precedenti post (qui e qui) non è facile parlare di pace e guerra in Italia, dai media al Parlamento, dal dibattito pubblico alle università. Pertanto, anche nel prossimo anno accademico, confermiamo il  ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova e organizzato da Andrea Catanzaro e dal nostro Fabrizio Coticchia).

Molte le iniziative realizzate quest’anno (si veda per esempio qui) ehe confermeremo anche nei prossimi semestri, invitando a Genova esperti italiani e stranieri, politici, giornalisti, militari, pacifisti.

La novità del prossimo anno è la creazione di un Osservatorio sui conflitti (il nome ed il relativo acronimo sono ancora da decidere..) legato proprio ad iniziative analoghe. Anche Venus parteciperà direttamente.

Quindi, stay tuned e buone vacanze

Share Button

“Even Unipoles Need Friends: Power, Threat, and the Purpose of Alliances”

We are really glad to present the upcoming seminar: “Even Unipoles Need Friends: Power, Threat, and the Purpose of Alliances“. Professor Jason W. Davidson (Mary Washington University) will illustrate his new research project at the University of Genoa (June 30th 2016).

The event will take place at the Department of Political Science (DISPO), University of Genoa, Aula 16, Albergo dei Poveri Piazzale Brignole 2, Genova.

This is the last seminar organized by Andrea Catanzaro and Fabrizio Coticchia, within the course: “War, conflicts and peacebuilding“.

Here below the abstract:

A conventional wisdom exists on two aspects of US foreign policy. First, scholars state that prior to the early Cold War, the US was distinctive in having forgone alliances. Second, many argue that the United States chose to forgo alliances because of its moral revulsion at European diplomatic intrigue and that such revulsion became central to American identity, making it subsequently unlikely to ally with others. This paper will cast serious doubt on both of these elements of the conventional wisdom.
First, the paper will develop a thorough typology of alliances–agreements to further states’ security–and will demonstrate that the US has had many more alliances than the conventional wisdom suggests. Second, the paper will provide a realist explanation of the US’ varying demand for allies over time. The paper will argue that variance in the US’ relative power is the single most important factor in explaining its varying demand for alliances. Variance in power tells us about variance in American interests and varying means to protect those interests. Second, variance in threat to US security and interests combines with relative power to tell us why the US has needed particular allies at particular times.

See you there

Share Button

Parlare di conflitti, guerra e pace in Italia (parte seconda)

Come già descritto in un precedente post, non è facile parlare di pace e guerra in Italia, dai media al Parlamento, dal dibattito pubblico alle università. Proprio per questo, a partire dall’ambito accademico, appare doveroso dare risalto alle iniziative che mirano ad alimentare una più ampia riflessione sulla “cultura della difesa” e, più in generale, sui temi della sicurezza.

Anche in questo post, allora, segnaliamo il ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova e organizzato da Andrea Catanzaro e dal nostro Fabrizio Coticchia).

Il ciclo di seminari si pone lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di incontri, workshop e convegni con accademici, esperti e practitioner del settore. Tali eventi sono direttamente collegati al corso “Guerre, Conflitti e Costruzione della Pace”, che illustra la trasformazione delle idee di pace e guerra nella storia del pensiero politico e nello scenario strategico contemporaneo. Gli ospiti provengono da università, riviste, centri di ricerca, forze armate, associazioni e NGOs. L’obiettivo è collegare in maniera sempre più stretta la necessaria analisi teorica al dibattito corrente per meglio comprendere la complessità della sicurezza contemporanea. Nel precedente post una lista degli incontri già avvenuti.

Questi gli incontri previsti per i mesi di Febbraio e Marzo:

  • Sara Lagi (Università di Torino): “L’idea di pace in Kelsen”, (23 Febbraio 2016, 14-16, Aula 16, Albergo dei Poveri)
  • Federico Donelli (Università di Genova): “Il ruolo della Turchia in Medio Oriente: risorsa o elemento destabilizzante?”, (1 Marzo, 2016, 16-18, Aula 19, Albergo dei Poveri)
  • Alberto de Sanctis (Università di Genova): “I paradigmi della guerra e della pace nell’Italia contemporanea: dalla Grande guerra alla guerra globale” (9 Marzo 2016, 14-16, Aula 7 Albergo dei Poveri)

Tutti gli incontri si svolgono alla sede del Dispo, Albergo dei Poveri, Piazzale Brignole 2, Genova.

Ci vediamo lì

Share Button