Nasce l'”Osservatorio sui Conflitti”

Venus è lieta di dare risalto al nuovo “Osservatorio sui Conflitti” creato dal Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova.

Qui trovate tutte le informazioni su questo centro di ricerca e i dettagli relativi agli eventi (passati e futuri) organizzati a Genova.

L’”Osservatorio sui Conflitti” si pone lo scopo di creare “un centro per lo studio dell’evoluzione della sicurezza internazionale, dei conflitti contemporanei, della politica comparata, del pensiero politico sulla pace e sulla guerra“. Da segnalare (come emerge dal profilo del comitato scientifico) l’approccio interdisciplinare (e internazionale) allo studio dei conflitti.

I temi di ricerca affrontato dall’Osservatorio riguardano “lo studio dei conflitti, del pensiero politico relativo alla pace e alla guerra, della relazione tra narrazioni strategiche e sicurezza, della trasformazione militare, del terrorismo, delle politiche estere e di difesa in Italia ed in Europa, del peacebuilding, del rapporto tra partiti e politica estera“.

La “sede” del centro è rappresentata unicamente dalla sua piattaforma web.

L’Osservatorio si collega anche al nostro blog per una serie di iniziative alle quali daremo visibilità in futuro.

Share Button

NATO, UE, politica estera e di difesa italiana. Due seminari…

Segnaliamo volentieri due interessanti seminari relativi al processo di evoluzione della politica estera e di difesa italiana nello scenario redazionale, caratterizzato dalla profonda trasformazione di NATO e Unione Europea. Entrambi gli eventi si terranno alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Genova.

Il primo seminario si svolgerà il prossimo Lunedì 21 Novembre 2016 (14-16 Aula 3 Albergo dei Poveri) e si intitola: “L’evoluzione della Sicurezza Europea tra NATO e Unione Europea“. Il seminario prevede l’intervento del dott. Alessandro Marrone (IAI), il quale illustrerà agli studenti anche le possibilità di stage all’Istituto e il Programma Sicurezza&Difesa.

L’incontro si svolge all’interno del corso di Scienza Politica del Prof. Giampiero Cama. Modererà l’incontro il dott.Fabrizio Coticchia (Università di Genova).

Il secondo workshop si intitola: “L’Evoluzione della Politica Estera e di Difesa Italianae si svolgerà il prossimo Venerdì 16 Dicembre 2016 (14-16. Aula 16, DISPO, Albergo dei Poveri). Interverranno:

On. Lia Quartapelle Commissione Esteri e Affari Comunitari, Camera dei Deputati (Capogruppo PD) e Research Associate presso l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale – ISPI

Pietro Batacchi Direttore della Rivista Italiana Difesa (RID)

Andrea Locatelli Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

Fabrizio Coticchia DISPO, Università di Genova

Modera Giampiero Cama DISPO, Università di Genova

Il workshop ha l’obiettivo di illustrare l’attuale processo di evoluzione della politica estera e difesa italiana. La crescente instabilità regionale e globale ha sollevato una rinnovata attenzione sui temi della politica internazionale. Che ruolo svolge l’Italia in tale contesto? Quali sono state le principali scelte compiute dal governo Renzi in materia di difesa e politica estera? Come valutare i risultati ottenuti? Il workshop, attraverso il confronto tra prospettive diverse, cerca di rispondere a queste domande.

L’incontro si svolge all’interno del ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (organizzato da Andrea Catanzaro e Fabrizio Coticchia) che si pone lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di incontri, workshop e convegni con accademici, politici, giornalisti, esperti e practitioner del settore. Tali eventi, direttamente collegati al corso “Guerre, Conflitti e Costruzione della Pace”, sono aperti a tutti gli studenti.

Qui e qui troverete ulteriori dettagli relativi ad entrambi i seminari, aperti a tutti gli studenti.

Ci vediamo a Zena.

 

Share Button

Parlare di pace e guerra in Italia (parte terza)

Prima di una breve pausa per le vacanze estive Venus voleva ricordarvi alcune novità per il prossimo anno.

Come abbiamo già scritto in precedenti post (qui e qui) non è facile parlare di pace e guerra in Italia, dai media al Parlamento, dal dibattito pubblico alle università. Pertanto, anche nel prossimo anno accademico, confermiamo il  ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova e organizzato da Andrea Catanzaro e dal nostro Fabrizio Coticchia).

Molte le iniziative realizzate quest’anno (si veda per esempio qui) ehe confermeremo anche nei prossimi semestri, invitando a Genova esperti italiani e stranieri, politici, giornalisti, militari, pacifisti.

La novità del prossimo anno è la creazione di un Osservatorio sui conflitti (il nome ed il relativo acronimo sono ancora da decidere..) legato proprio ad iniziative analoghe. Anche Venus parteciperà direttamente.

Quindi, stay tuned e buone vacanze

Share Button

Parlare di conflitti, guerra e pace in Italia (parte seconda)

Come già descritto in un precedente post, non è facile parlare di pace e guerra in Italia, dai media al Parlamento, dal dibattito pubblico alle università. Proprio per questo, a partire dall’ambito accademico, appare doveroso dare risalto alle iniziative che mirano ad alimentare una più ampia riflessione sulla “cultura della difesa” e, più in generale, sui temi della sicurezza.

Anche in questo post, allora, segnaliamo il ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova e organizzato da Andrea Catanzaro e dal nostro Fabrizio Coticchia).

Il ciclo di seminari si pone lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di incontri, workshop e convegni con accademici, esperti e practitioner del settore. Tali eventi sono direttamente collegati al corso “Guerre, Conflitti e Costruzione della Pace”, che illustra la trasformazione delle idee di pace e guerra nella storia del pensiero politico e nello scenario strategico contemporaneo. Gli ospiti provengono da università, riviste, centri di ricerca, forze armate, associazioni e NGOs. L’obiettivo è collegare in maniera sempre più stretta la necessaria analisi teorica al dibattito corrente per meglio comprendere la complessità della sicurezza contemporanea. Nel precedente post una lista degli incontri già avvenuti.

Questi gli incontri previsti per i mesi di Febbraio e Marzo:

  • Sara Lagi (Università di Torino): “L’idea di pace in Kelsen”, (23 Febbraio 2016, 14-16, Aula 16, Albergo dei Poveri)
  • Federico Donelli (Università di Genova): “Il ruolo della Turchia in Medio Oriente: risorsa o elemento destabilizzante?”, (1 Marzo, 2016, 16-18, Aula 19, Albergo dei Poveri)
  • Alberto de Sanctis (Università di Genova): “I paradigmi della guerra e della pace nell’Italia contemporanea: dalla Grande guerra alla guerra globale” (9 Marzo 2016, 14-16, Aula 7 Albergo dei Poveri)

Tutti gli incontri si svolgono alla sede del Dispo, Albergo dei Poveri, Piazzale Brignole 2, Genova.

Ci vediamo lì

Share Button

Parlare di conflitti, guerra e pace in Italia

In giorni come questi, segnati dalla crescente preoccupazione per possibili attacchi terroristici sul suolo europeo (e non solo), l’interesse generale verso i temi della sicurezza e della difesa tende naturalmente ad aumentare. I drammatici eventi in Sinai, Libano, Francia e Mali hanno data ribalta mediatica ad argomenti non sempre al centro del dibattito pubblico, come l’ISIL e le guerre in Iraq e Siria.

In Italia poi, l’attenzione verso le questioni internazionali è tradizionalmente basso, addirittura scarso per quanto riguarda gli affari militari. Per motivi culturali e politici (qui  e qui per una spiegazione più dettagliata) questi temi sono ai margini della discussione, sia in Parlamento (si pensi che 1/3 delle missioni all’estero post 1945 non è mai stata nemmeno approvata dalle Camere) che nei mezzi di comunicazione. Salvo limitate  eccezioni ed eventi “emergenziali”, come appunto gli attacchi di Parigi, il dibattito pubblico ha da anni messo in secondo (e terzo) piano issue legate alla politica internazionale e alla sicurezza globale. Anche l’Università non si distingue per un particolare impegno dato il numero limitato (in ottica comparata) di corsi e docenti che insegnano materie internazionalistiche o studi di sicurezza. Ma lasciare che la riflessione strategica nazionale sia demandata a pochi “esperti” (i quali, di fronte ad una diffusa ignoranza sul tema si lasciano spesso, e anche comprensibilmente, andare a “orizzonti di boria”) non è saggio né consigliabile.

Proprio per questo Venus in Arms segnala con piacere (come ha già fatto in un precedente post) il ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” (promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova e organizzato da Andrea Catanzaro  e dal nostro Fabrizio Coticchia). Il ciclo di seminari si pone proprio lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di incontri, workshop e convegni con accademici, esperti e practitioner del settore.

La prossima settimana in particolare gli studenti avranno l’opportunità di discutere di guerra, pace e conflitti attraverso due prospettive diverse, ma capaciti di fornire un quadro dettagliato dell’evoluzione della sicurezza contemporanea.

Lunedì 23 Novembre (ore 12-14 aula 16, Dispo) il Generale Gianmarco Badialetti affronterà un tema sempre più rilevante: “Dal peacekeeping ai conflitti ibridi, l’evoluzione delle operazioni militari contemporanee”. Il giorno successivo, Martedì 24 Novembre (ore 12-14 aula 16, Dispo ), Francesco Vignarca, (Coordinatore Rete Italiana per il Disarmo) illustrerà: “Le campagne per la pace e il disarmo: comunicazione, approcci e attori”. 

Si parlerà quindi di operazioni militari, missione in Afghanistan, trasformazione della Nato, pacifismo, F-35, campagne e mobilitazioni. Crediamo sia una scelta molto utile ed interessante, in un contesto nazionale caratterizzato più da polemiche sterili che da approfondimenti necessari.

Qui per un  dettaglio dei prossimi incontri.

Ci vediamo a Genova…

 

Share Button

Programma dei Seminari 2015-16 – “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” all’Università di Genova

Venus in Arms ha il piacere di presentarvi il ciclo di seminari “Guerra, Pace e Sicurezza alle porte del Mediterraneo” organizzato da Andrea Catanzaro  e Fabrizio Coticchia (DISPO, Università di Genova). Il ciclo di seminari si pone lo scopo di approfondire i temi relativi all’evoluzione della sicurezza internazionale attraverso una serie di incontri, workshop e convegni con accademici, esperti e practitioner del settore. Tali eventi sono direttamente collegati al corso “Guerre, Conflitti e Costruzione della Pace”, che illustra la trasformazione delle idee di pace e guerra nella storia del pensiero politico e nello scenario strategico contemporaneo. Il ciclo di seminari offre l’opportunità di analizzare – in una prospettiva interdisciplinare – la modalità con la quale stanno cambiando dottrine, strumenti e attori nella sicurezza contemporanea, dalle “nuove” forme di conflitto alle principali minacce. La crescente instabilità delle frontiere italiane ed europee ha sollevato una rinnovata attenzione su questi temi. In particolare, i recenti drammatici eventi nel Mediterraneo e Medio Oriente rivelano la cruciale importanza geopolitica dell’intera area. Quale ruolo svolgono l’Italia e l’Europa in questo scenario? Come stanno cambiando le forme di conflitto? Quali attori rivestono un ruolo essenziale? Quali strumenti possiedono le istituzioni per affrontare minacce e instabilità? Come stanno mutando i concetti stessi di pace e guerra? Il ciclo di seminari, che cerca di fornire preliminari risposte a queste domande, si struttura in due parti. La prima prevede degli incontri all’interno del corso ma aperti anche ad altri studenti interessati agli argomenti ad oggetto.  La seconda parte prevede invece degli eventi aperti a tutti, da workshop a convegni di un giorno fino alla presentazione di volumi.

Gli speaker (italiani e stranieri) provengono da università, istituzioni, giornali, riviste, centri di ricerca, forze armate, associazioni e NGOs. L’obiettivo è collegare in maniera sempre più stretta la necessaria riflessione teorica al dibattito corrente per meglio comprendere la complessità della sicurezza contemporanea. Una particolare attenzione, infine, darà dedicata alle possibilità di stage in alcune delle istituzioni rappresentate dai partecipanti agli incontri. Questi gli incontri previsti per i mesi di Novembre e Dicembre:

I seminari si svolgeranno presso il Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO), Albergo dei Poveri, in P.le E. Brignole, 2

Seminari Novembre-Dicembre 2015

  • Alessandro Marrone (Ricercatore IAI): “IAI – Programma Sicurezza&Difesa. Stage allo IAI”, Martedì 17 Novembre 2015, 12.30-14 aula 9;
  • Gianmarco Badialetti (Generale di Brigata): “Dal peacekeeping ai conflitti ibridi, l’evoluzione delle operazioni militari contemporanee”. Lunedì 23 Novembre, ore 12-14 aula 16;
  • Francesco Vignarca, (Coordinatore Rete Italiana per il Disarmo): “Le campagne per la pace e il disarmo: comunicazione, approcci e attori”. Martedì 24 Novembre, ore 12-14 aula 16;

Ci vediamo a Genova….

Share Button

Guerra, diritto e sicurezza nelle relazioni internazionali

Venus in Arms è lieto di partecipare al Convegno: “Guerra, diritto e sicurezza nelle relazioni internazionali” (Firenze, 22-23 Ottobre 2015).

Il convegno è il primo seminario ispano-italiano legato al progetto I+D+i “La guerra y sus justificaciones. Problemas y tendencias actuales” finanziato dal Ministerio de Economía y Competitividad de España con il patrocinio del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Firenze.

Qui trovate la locandina dettagliata dell’evento, con i titoli degli interventi e gli speaker.

Le sezioni principali saranno tre: “Semantiche del conflitto“, “Esercizi di giustificazione” e  “Scenari dell’ordine“.

Fabrizio Coticchia, di ViA, interverrà nell’ultima sezione, attraverso un’analisi del ruolo militare svolto dai Foreign Fighters nel caso dell’ISIL (qui in un precedente post, e qui per il dettaglio di una prossima pubblicazione sul tema Foreign Fighters).

Il convegno si svolgerà a Villa Ruspoli, in Piazza Indipendenza 9 (Firenze).

Ci vediamo a Firenze!

Share Button